Edgar Morin

Edgar Nahoum  (Parigi 1921), da membro del Partito comunista francese entra nella Resistenza anti-nazista, assume il nome di battaglia Morin e partecipa alla liberazione di Parigi. Per le sue posizioni critiche nei confronti di Stalin, nel 1951 viene espulso dal partito. Fa il punto sulla sua relazione con i partiti comunisti dell’epoca in Autocritique del 1959 (Autocritica. Una domanda sul comunismo, Il Mulino, Bologna 1962; riedito con presentazione di M. Ceruti, Moretti & Vitali, Bergamo 1991).

Continua il suo impegno politico animando un Comitato contro la Guerra d’Algeria (1954-1962) per poi accentuare la dedizione alla ricerca scientifica, filosofica e pedagogica. Da docente è coinvolto nei movimenti studenteschi del Sessantotto e pubblica, con C. Le Fort e C. Castoriadis, Mai 68: la breche (Maggio ’68. La breccia, Cortina, Milano 2018).

Ha completato in sei volumi una sorta di summa medievale delle sue acquisizioni complessivamente intitolata La Méthode (Il metodo): La Nature de la nature (1977; La natura della natura, Cortina, Milano 2001) su fisica e chimica; La Vie de la vie (1980; La vita della vita, Cortina, Milano 2004) su biologia e ecologia; La Connaissance de la connaissance (1986; La conoscenza della conoscenza, Cortina, Milano 2007) su antropologia e epistemologia; Les Idées (1991; Le idee: habitat, vita, organizzazione, usi e costumi, Cortina, Milano 2008) sull’ecologia della conoscenza; L’Humanité de l’humanité (2001; L’identità umana, Cortina, Milano 2002) su antropologia e sociologia; L’Éthique complexe (2004; Etica, Cortina, Milano 2005) sull’etica.

Per iniziare a conoscerlo consigliabili due titoli: Terre-patrie (con A.B. Kern, 1994; Terra-Patria, Cortina, Milano 1994) e La tête bien faite (1999; La testa ben fatta. Riforma dell’insegnamento e riforma del pensiero, Cortina, Milano 2000).

Alcuni degli altri suoi testi (in ordine cronologico): L’Homme et la mort (1951; L’uomo e la morte, Newton Compton, Roma 1980; Meltemi, Roma 2002); Le Cinéma ou l’homme imaginaire (1956; Il cinema o dell’immaginario, Silva, Milano 1962; con prefazione di F. Casetti, Feltrinelli, Milano 1982; nuova ed. Il cinema o l’uomo immaginario. Saggio di antropologia sociologica, Cortina, Milano 2016); Les stars (1957; I divi, Mondadori, Milano 1963; Garzanti, Milano 1977); L’Esprit du temps (1962; Lo spirito del tempo, introduzione di A. Abruzzese, Meltemi, Roma 20083); Introduction à une politique de l’homme (1969; Introduzione a una politica dell’uomo, Meltemi, Roma 2000); Journal de Californie (1970; Diario di California, a cura di G. Cogi, Moretti & Vitali, Bergamo 1993); Le Paradigme perdu: la nature humaine (1973; Il paradigma perduto: che cos’è la natura umana?, Bompiani, Milano 1974; Feltrinelli, Milano 1994); Pour sortir du XXe siècle (1981; Per uscire dal ventesimo secolo, Lubrina, Bergamo 1989; nel 2004 è uscita una seconda edizione di quest’opera con il titolo Le jeu de la vérité et de l’erreur, tradotta in italiano, con il titolo Il gioco della verità e dell’errore. Rigenerare la parola politica, Erikson, Trento 2009); Science avec conscience (1982; Scienza con coscienza, a cura di P. Quattrocchi, Franco Angeli, Milano 19892); De la nature de l’URSS (1983; La natura dell’URSS. Il complesso totalitario dell’ultimo impero, Armando, Roma 1989); Penser l’Europe (1987; Pensare l’Europa, Feltrinelli, Milano 1992); Il pensiero ecologico, Hopefulmonster, Firenze 1988; Introduction à la pensée complexe (1990; Introduzione al pensiero complesso, Sperling & Kupfer, Milano 1993); Mes démons (1994; I miei demoni, Meltemi, Roma, 20042); Politique de civilisation (con Sami Nair, 1997; Una politica di civiltà, Asterios, Trieste 1999); Les Sept savoirs nécessaires à l’éducation du futur (1999; I sette saperi necessari all’educazione del futuro, Cortina, Milano 2001); Éduquer pour l’ère planétaire, la pensée complexe comme méthode d’apprentissage dans l’erreur et l’incertitude humaine (2003; Educare per l’era planetaria, il pensiero complesso come metodo di apprendimento [con É.-R. Ciurana e R.D. Motta], a cura di B. Spadolini, Armando, Roma 2005; Le Monde moderne et la question juive (2006; Il mondo moderno e la questione ebraica, Cortina, Milano 2007); Vers l’abîme (2007; Oltre l’abisso, Armando, Roma 2010); Où va le monde? (2007; Dove va il mondo?, prefazione di F. L’Yvonnet, Armando, Roma 2012); Pour et contre Marx (2010; Pro e contro Marx. Ritrovarlo sotto le macerie dei marxismi, Erickson, Trento 2010); La Voie. Pour l’avenir de l’humanité (2011; La via. Per l’avvenire dell’umanità, prefazione di M. Ceruti, Cortina, Milano 2012); Mes philosophes (2011; I miei filosofi, a cura di R. Mazzeo, presentazione di Sergio Manghi, Erickson, Trento 2013); Enseigner à vivre. Manifeste pour changer l’éducation (2014; Insegnare a vivere. Manifesto per cambiare l’educazione, Cortina, Milano 2015).

                                                                                                                                                     

Uno dei fenomeni socio-culturali più drammatici e interessanti al mondo è certamente la Mafia, che rimane purtroppo indissolubilmente legato alla Sicilia. Qui una selezione dei testi più stimolanti sull'argomento.
Vedi collezione
WhatsApp
Facebook
Twitter
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LOGO FOOTER

*info@sicilybybooks.com*

*In qualità di affiliato Amazon.it
io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.*

Powered with Wordpress, © 2020-2021Micheal Semilia